La vita ad Auschwitz

Loading video
  • raccontato da Piero Terracina | 1928
  • caricato da Provincia di Roma - Per la memoria | 08/02/2010
Piero non racconta gli orrori di Auschwitz perchè teme che qualcuno dica che non è possibile. Accetta però di raccontare quella che può essere definita vita quotidiana: la sveglia, il lavoro, la zuppa all'ora di pranzo, il rientro alla baracca intorno al tramonto, prima che calasse il buio, utile alleato per chi voleva scappare. A volte però anche di notte arrivavano le SS, per selezionare i prigionieri più stremati per portarli nelle camere a gas: bisogna far posto per i nuovi prigionieri in arrivo...
visualizzato 15747

COMMENTO

1 inseriti

10/09/2010 - alle ore23:39
Mi vengono i brividi...
E' terrificante.
ma come e' stato possibile che avvenisse una cosa del genere.....