Assunta Abbatiello

 
Assunta Abbatiello

nato nel 1940
Roma

2 Racconti

6.4 min
La televisione è arrivata presto perché il padre, visto che le figlie ormai lavoravano al negozio e non uscivano di casa, volle regalare questo svago. Fu una delle prime televisioni in paese e la sera la casa era sempre piena di gente, specialmente per “lascia o raddoppia”. Un giorno che Assunta faceva scuola guida con il fratello, si accorse di un bel ragazzo. Sperava tanto che lui si girasse a guardarla perchè le era piaciuto subito molto ma lui niente. Lo incontrò di nuovo tempo dopo al cimitero e dopo un po’ si vide arrivare in casa la zia di lui con una proposta di matrimonio. Appena sposati sono venuti a vivere a Roma nel 1965, a Città del Vaticano dove lui lavorava al centralino. Dopo la nascita dei due figli Assunta ha cominciato a lavorare al guardaroba con le suore del Vaticano perché dopo una vita passata in negozio, non amava stare a casa.
visualizzato 8224 volte
10.2 min
Il padre di Assunta aveva fatto la guerra del 15-18 e in Friuli ha conosciuto la madre che è venuta a vivere al paese. Assunta ricorda la madre come una donna eccezionale, che amava il paese ed era tenuta in grande considerazione. La famiglia aveva un forno e tutti gli otto figli, man mano che crescevano, hanno sempre lavorato. Assunta ricorda che si giocava nella piazzetta del paese con le altre bambine, anche le sere d’estate. Questo fino a quando non è diventata abbastanza grane da lavorare al negozio. Ha fatto sono fino alla terza media perché le scuole superiori erano in un altro paese e il padre non l’ha mandata fuori nonostante le maestre avessero insistito. All’epoca in paese c’era molta povertà, Assunta ricorda lo sgradevole compito di andare casa per casa con i biglietti delle segnature a ritirare i soldi; e la miseria che vedeva.
visualizzato 7840 volte