Giuseppe Russo

 
Giuseppe Russo

nato nel 1932
Roma

5 Racconti

2.4 min
Si è trasferito a San Ferdinando in Puglia quando aveva solo quattro anni. Era un paese agricolo dove si giocava a pallone per strada. All’epoca si cresceva alla buona, senza televisione, senza radio, senza giocattoli; un manico di scopa diventava una spada.
visualizzato 8657 volte
7.6 min
Giuseppe non aveva molta voglia di studiare. Finite le elementari, per continuare bisognava andare al paese vicino, a piedi o in bicicletta. Ha fatto fino alla terza media e poi decise di arruolarsi in Marina, forse influenzato da qualche film americano. La guerra era finita da poco. E proprio in quel periodo esce un bando di arruolamento e ce la fa per un giorno: aveva appena compiuto sedici anni. Ha navigato nel Mediterraneo. Poi, dopo nove anni, durante una licenza venne a trovare uno zio che abitava a Roma che gli fece fare il concorso al Comune di Roma nel Vigili Urbani.
visualizzato 7323 volte
4.0 min
Giuseppe aveva sette anni. Abitava in una paese vicino Foggia dove c’era una cartiera. Quando arrivavano i bombardieri suonava una sirena e tutti scappavano a nascondersi; Giuseppe con la famiglia si nascondeva in una grotta fino a quando non suonava il cessato allarme. Hanno patito la fame e mancava anche l’acqua perché erano stati bombardati gli acquedotti; l’acqua la andavano a prendere in un fosso. Un pomeriggio che faceva molto caldo, Giuseppe trova una bottiglia nel mobile di cucina e se la beve tutta di un fiato: era mezzo litro di vino.
visualizzato 7952 volte
5.9 min
Era militare imbarcato a Brindisi. In città c’era il Circolo Goldoni dove ogni tanto di sabato organizzavano delle feste da ballo. Quella sera passando insieme ad un commilitone, sentono la musica ma non riescono ad entrare perché in divisa. La volta successiva si sono presentati con un abito borghese e quella sera, c’era una rappresentazione sacra, Giuseppe ha conosciuto la ragazza che sarebbe diventata sua moglie: lei recitava, faceva la Madonna. Quando si sono sposati Giuseppe era già nei Vigili Urbani a Roma, lei faceva la commessa alla Standa; da tempo mettevano soldi da parte e con l’aiuto di tutti i parenti hanno comprato un piccolo appartamento a Roma
visualizzato 9754 volte
3.6 min
Dopo sposato è venuto a Roma ed è entrato nei vigili urbani, reparto motociclisti visto che aveva la passione per la motocicletta. La prima macchina, una 600, l’ha potuta comprare solo nel 62. Ad un certo punto il padre decide di vendere dei terreni in Puglia e con quei soldi Giuseppe ha potuto comprare un appartamento a Torvaianica; era costato 3 milioni con un mutuo e per pagare le rate del mutuo, d’estate veniva affittato
visualizzato 8127 volte